Il successo della Fiera dell’Antiquariato a Montefiascone, esempio di turismo stanziale

La Mostra d’Antiquariato di Montefiascone è tornata dopo 5 anni di assenza, riportando un successo cristallino, frutto di scelte oculate e un’organizzazione sapiente.

L’evento, giunto alla sua trentesima edizione, è stato organizzato dal Comune di Montefiascone con il patrocinio del Comune di Montefiascone e quello della provincia di Viterbo.

25 stand complessivi hanno ospitato mobili prestigiosi risalenti a una fascia temporale che va dal ‘600 all’’800, ma si sono potuti ammirare creazioni come tappeti, dipinti, stampe e oggettistica di vario genere, il tutto in un allestimento che ben si spostava con gli eleganti interni della Rocca dei Papi. Chi ha visitato l’allestimento ha avuto modo di fare un viaggio nel tempo semplicemente varcando la soglia dell’esposizione in epoche passate, con stili e tendenze che mantengono immutato il proprio fascino.

Gli espositori provenivano dalle regioni d’Italia più disparate ed uno di essi era straniero, inglese per la precisione. Il pubblico è accorso in maniera massiccia, godendo di un’attrazione che sapeva rivolgersi sia a dei visitatori esperti che ai semplici curiosi: il pubblico compreso tra le 5000 e le 6000 mila unità ha dato un segnale forte, indicando che attrazioni interessanti e ben strutturate possono portare flussi di persone considerevoli. Per due settimane gli espositori hanno alloggiato negli alberghi e nei ristoranti del territorio, creando un introito che è nato in loco e si è sviluppato in loco. Esistono in fatti due tipi di turismo: quello “mordi e fuggi”, che non lascia niente e quello stanziale, che apporta realmente valore e ricchezza al territorio. Laddove nel primo chi arriva, prende, porta via e se ne va, il secondo permettere introiti economici più consistenti, ma anche crescita e condivisione, oltre che la possibilità di creare legami e relazioni capaci di durare nel tempo e di lasciare un segno.

“Il successo dell’esposizione è una soddisfazione per chi ha sempre creduto nella bontà di queste iniziative, noi ci abbiamo creduto, abbiamo dato ascolto a chi ci ha proposto questa idea e insieme si sono raccolti risultati importanti, ma questo è solo un semplice passo di un percorso che dovrà vederci protagonisti” commenta il Sindaco di Montefiascone Massimo Paolini.

Occorre lavorare seriamente per offrire contenuti validi e consistenti, bisogna dimenticarsi di aspettare che la gente arrivi con soluzioni improvvisate, senza strutture consone, senza veicolare prodotti di spessore e senza veicolare un’adeguata comunicazione, capace di parlare chiaro e rivolgersi a tutto il pubblico potenziale: in un periodo storico in cui la concorrenza è spietata e su una scala crescente, chi lavora in modo approssimativo paga pegno, cogliendo solo buchi nell’acqua.

Il successo di questo evento deve far riflettere e deve una piccola pietra miliare  per far sì che la crescita del territorio e l’ottenimento del bene condiviso come obiettivo divengano solide realtà da portare avanti negli anni a venire.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *